Grande Guerra

L’Archivio di Stato di Trieste e le iniziative per i 100 anni dalla Grande guerra

L’Archivio di Stato di Trieste partecipa al centenario della prima Guerra mondiale per offrire, con una serie di iniziative, un punto di osservazione particolare su una città e un territorio allora parte dell’Impero austro-ungarico, una realtà di confine cosmopolita  nella quale avevano convissuto prosperando a lungo in pace comunità nazionali, linguistiche e religiose diverse, prima di conoscere le crescenti tensioni tra le forze irredentiste che aspiravano all’annessione all’Italia e il nazionalismo slavo.
Notizie, vicende avvenimenti –  tratti dalle fonti conservate nell’Archivio - danno conto della profonda trasformazione in corso nella città e nel suo territorio prima e dopo lo scoppio della guerra, a testimoniare la realtà complessa vissuta da un fronte allora opposto a quello della penisola, in un luogo destinato a unirsi all’Italia al termine del conflitto.
Tra le molteplici iniziative promosse dall’Archivio di Stato di Trieste su questo tema, la prima è già in corso.

Una rassegna stampa di 100 anni fa, dal fronte opposto a quello italiano.

Il progetto è già in corso con la pubblicazione on-line del quotidiano L’Osservatore triestino, giorno per giorno a partire dal 29 giugno. Il periodico, fondato nel 1784, riflette una posizione vicina a quella del governo austro-ungarico, a differenza degli articoli usciti nei primi mesi della guerra nel foglio filo irredentista Il Piccolo, la cui sede di lì a breve sarebbe stata incendiata da dimostranti filo austriaci, costringendo la testata ad interrompere l’attività.
Per tale motivo, l’Archivio di Stato ritiene utile mettere a disposizione agli studiosi e ai cittadini interessati e appassionati di storia, agli insegnanti e agli studenti che vogliano approfondire questi temi, uno strumento straordinario di conoscenza e interpretazione dei fatti connessi agli eventi bellici. I numeri dell’Osservatore triestino vengono pubblicati quotidianamente sul sito dell’Istituto (http://www.astrieste.beniculturali.it/index.php?it/186/grande-guerra) corredati da un breve commento.
La sezione “Spunti di ricerca” presenta alcuni occasionali approfondimenti tematici con documenti dell'Archivio di Stato di Trieste relativi a fatti ed eventi citati all'interno dell'edizione quotidiana de L’Osservatore triestino, non necessariamente correlati agli eventi bellici, per offrire un quadro delle molteplici possibilità di ricerca sulla città nella sua vita quotidiana durante la guerra, attraverso i documenti conservati nell'Archivio.
Il progetto intende svilupparsi, nel corso del tempo, inserendo i dati e le immagini in un sistema più avanzato, analogo a quello che da anni gestisce le mappe del Catasto franceschino. In questa prima fase sperimentale le immagini sono disponibili in formato PDF e dunque scaricabili liberamente. Il progetto è da considerarsi in fieri sia per quanto riguarda la pubblicazione quotidiana de L’Osservatore triestino sia per i documenti correlati che potranno essere inseriti anche in seguito, in base ai ritmi e ai risultati della ricerca in corso, ma sempre nel giorno interessato.
La prima uscita presenta la data del 29 giugno 1914, giorno successivo all’attentato di Sarajevo in cui persero la vita l’arciduca Francesco Ferdinando e la moglie.
Accanto numeri del giornale, con la stessa modalità si presentano anche le pagine della Triester Zeitung e del Triester Tagblatt che ne era divenuta la versione del mattino. Per completare il quadro si inserisce infine un link alla Wiener Zeitung, organo ufficiale del governo austriaco, periodico che si conserva in originale anche nell’Archivio di Stato di Trieste, ma che ora è disponibile per gli anni della guerra nel sito della Österreichisches Nationalbibliothek di Vienna.

Progetto: Claudia Salmini
Editing e aggiornamento: Carmelo Bianco
Promozione e ufficio stampa: Margherita Reguitti 

I curatori delle selezione notizie e commenti sono indicati nei singoli mesi.

Digitalizzazione documenti: Paola Travan

La rassegna stampa è consultabile anche sul sito La Gazzetta giuliana: il periodico della Venezia Giulia.

Consulta la rassegna stampa 1914-1918